Lo Studio

ADDIO STITICHEZZA!!

ADDIO STITICHEZZA!!

La stitichezza è un problema digestivo che spesso non viene preso neppure in considerazione, perché il ritmo del metabolismo può variare molto da un individuo all’altro, e tutti noi nel corso della nostra vita soffriamo occasionalmente di stitichezza occasionale.

Che cosa intendiamo per costipazione o stitichezza? Se abbiamo meno di tre evacuazioni alla settimana, difficoltà di defecazione, le feci sono troppo dure, l’intestino non si svuota completamente oppure passano piú di 48 ore tra due evacuazioni, allora possiamo parlare di stitichezza.

La stitichezza può essere causata da molti fattori. La maggior parte di questi sono legati allo stile di vita o a carenze nutrizionali, come ad esempio l’assunzione insufficiente di liquidi, un’alimentazione povera di fibre, lo stile di vita sedentario. La stitichezza può essere prevenuta, ed in molti casi si può guarire da essa con un’alimentazione sana o seguendo uno stile di vita più corretto.

Beviamo almeno 2 litri di liquidi al giorno, ma soprattutto acqua pura, non gassata.

Le fibre necessarie per un sano funzionamento dell’intestino, per la peristalsi e per una corretta digestione si possono ricavare dal consumo regolare di frutta e verdura o dai cereali. Si consiglia di consumare la maggior parte delle verdure crude e di scegliere prodotti che contengono farina di grano integrale.

E’ molto importante fare esercizio fisico regolare, almeno tre o quattro volte alla settimana. Se possibile scegliamo sport all’aria aperta, esercizi che aumentano la frequenza cardiaca e la sudorazione e che stimolano il processo di disintossicazione, oltre a tenere in salute la circolazione del sangue ed i muscoli.

La stitichezza può essere il risultato anche di problemi psicologici (stress, problemi alimentari) o di malattie (ritenzione fecale a causa di emorroidi, diabete, disturbi della ghiandola tiroide), di situazioni di vita particolari (per es. gravidanza) ma può presentarsi anche come effetto collaterale di alcuni farmaci.

Come conseguenza della stitichezza le feci ristagnano nell’intestino e la pancia gonfia causata dall’ accumulo di gas può causare dolori addominali anche molto forti. Dalle feci intestinali che passano più lentamente nel canale intestinale viene assorbita una maggiore quantità di acqua, come risultato le feci diventano più dure, le evacuazioni saranno più difficoltose e dolorose e questo può portare alla formazione di emorroidi. Il ristagno delle feci può causare anche nausea ed essere accompagnato da altri sintomi che comprendono la stanchezza cronica e i disturbi della pelle (acne, eruzioni cutanee, ecc.)

Il persistere della stitichezza crea un terreno fertile per lo sviluppo della sindrome dell’intestino irritabile, poichè il ristagno fecale può causare infiammazione e problemi di malassorbimento. A causa della stitichezza il ristagno delle feci indurite può portare anche alla formazione dei diverticoli i quali, infiammandosi, causano la cosiddetta diverticolite. Inizialmente le sacche o sporgenze che si formano nelle pareti intestinali non comportano alcun sintomo, ma quando l’infiammazione aumenta e causa dolore purtroppo solo l’intervento chirurgico può risolvere il problema.

Per evitare problemi di questo tipo corri ai ripari..e prova subito LEVIOR di Alta Natura..pensato per il benessere intestinale..in vari formati..scegli quello più adatto alle tue esigenze…clicca il link 

http://www.labottegadiviola.it/categoriacatalogo.php?id=313